Vai ai contenuti

Corso di Documentario

Direzione:  Giovanni Bruno e Massimo Latini

Docenti:
Aldo Spiniello (Storia del documentario)
Lorenzo Hendel (Metodologia del documentario)
Elisabetta AngelilloMassimo Latini (Girare un documentario)

Tutor: Sergio Proto e Fabrizio Orsola

Un percorso di studio e lavoro sul campo orientato all’approfondimento delle tematiche fondamentali inerenti il documentario: durante il primo trimestre il corso ripercorrerà storia e formati del genere e analizzerà approcci e stili metodologici per chiarire come nella realizzazione di un documentario sia necessaria non solamente una competenza tecnica e scientifica sugli argomenti trattati, ma soprattutto la capacità di costruire un percorso narrativo chiaro e interessante.
Molte esercitazioni, tanta pratica: nel secondo trimestre si lavorerà alla realizzazione di un documentario, dal lavoro sul testo alla pianificazione di riprese e interviste, fino alla realizzazione vera e propria sotto la guida di docenti, tutora e montatore.
Naturalmente, essendo il corso orientato alla pratica sul campo, il corso è strettamente legato a quello di Ripresa video e si insisterà in modo costante sulla formazione delle basi di linguaggio cine-televisivo e di tecnica di ripresa al fine di preparare gli allievi alla realizzazione in proprio delle immagini documentaristiche e affinare la loro capacità di gestione di una troupe completa.

Programma delle lezioni

Prima parte: Storia del documentario – Docente Aldo Spiniello

Lezione 1
Cosa si può intendere per documentario? Forse ogni immagine “live” è un documento di una determinata realtà storica, della realtà di un referente? Lettura di brani di Vedere e potere di Comolli. Le origini dell’immagine documentaristica: i Lumière. Il documentario come strategia narrativa, Robert Flaherty, Ernest B. Schoedsack e Merian C. Cooper. Il rifiuto della narrazione, il documentario come sperimentazione e liberazione: Dziga Vertov, Walter Ruttmann, Pioggia di Joris Ivens… Forse un’immagine è davvero documentaristica quando rinuncia del tutto al racconto: gli esempi di Michael Snow e della sua esplorazione spaziale, Andy Warhol e il lavoro sulla durata.

Lezione 2

Pour le mistral di Joris Ivens. Come si inquadra il vento? Il documentario come indagine e scoperta del reale. È “trovare il modo” per entrare nei segreti di un mondo, inquadrare una realtà, raccontare un personaggio, una storia. Vari esempi: “Nos défaites” di Jean-Gabriel Périot, “By the Name of Tania” di Mary Jimenez e Bénédicte Liénard, il cinema di Giovanni Cioni e Sergio Oksman, “Reality’s Invisible” di Robert Fulton, “The Farnsworth Scores” di Lee Anne Schimdt. Lo sguardo sul diverso: la tentazione dell’esotico e il colonialismo dello sguardo. Come si filma l’altro, come si filma il nemico? Il cinéma vérité di Jean Rouch. Discorso generale sul cinema del “terzo mondo”…

Lezione 3

Il documentario osservazionale: caratteristiche e paradossi. Fred Wiseman, il decalogo di Kazuhiro Soda e dei suoi observational films. Strategie e limiti dell’osservazione imparziale: l’emersione del punto di vista. Le immagini creano un’altra dimensione della realtà che si aggiunge e si sovrappone alla realtà fattuale. L’archivio. Il cinema d’archivio come metodo di esplorazione di quest’altra dimensione. Da Gianikian-Lucchi a esempi contemporanei, da Porumboiu a Mauro Santini a Loznitsa.


Lezione  4

Il confine tra documentario e finzione si fa incerto. Herzog, Jia Zhang-ke, il mockumentary, le forme ibride. Un’immagine sembra sempre diversa dalla realtà. Ma anche l’immagine fa parte della realtà.
Un viaggio nel documentario italiano: Ermanno Olmi, Roberto Rossellini, Vittorio De Seta, Luigi Di Gianni, Alberto Grifi, Franco Piavoli, Gianfranco Rosi, Giovanni Cioni, Alberto Fasulo, Massimo D’Anolfi e Martina Parenti…


Metodologia del documentario – docente Lorenzo Hendel

Lezione 5  – La divisione in paradigmi nel documentario moderno (tematico, osservazionale,  narrativo)

  • Il paradigma tematico.
  • Riproposizione cinematografica della “forma-saggio”
  • Esempi tratti da documentari tematici.

Lezione 6  – Il paradigma osservazionale

  • Riproposizione cinematografica della “forma-fotografia”
  • Esempi tratti da documentari osservazionali

Lezione 7 – Il paradigma narrativo (1a parte)

  • Riproposizione cinematografica della “forma-romanzo”
  • Delimitazioni territoriali tra paradigma narrativo e paradigmi contigui
  • Come intercettare storie e personaggi nella realtà consone a una narrazione filmica
  • Esempi tratti da documentari narrativi

Lezione 8 – Il paradigma narrativo (2a parte)

  •  Come dare una struttura narrativa alle storie vere raccontate in un documentario narrativo
  •  Come esplicitare la presenza dentro la storia di un regista e di un “punto macchina”
  •  Esempi tratti da documentari narrativi
  • Il documentario dalle origini al panorama contemporaneo
  • I formati del documentario
  • Tipologie del documentario
  • Strutture della narrazione documentaristica
  • Struttura e stesura di un progetto
  • I collaboratori: Producer, Operatore, Montatore
  • Il piano di lavorazione
  • I sopralluoghi
  • Le riprese
  • Scaletta del girato e Time Code
  • Stesura del testo e Speakeraggio
  • Riversamento e montaggio
  • Rapporti con la committenza
  • Presentare un progetto

Parte seconda – Il progetto operativo, a cura di Massimo Latini ed Elisabetta Angelillo

Molto del lavoro di un documentarista è puro istinto, maturato in anni di viaggi e dal desiderio di narrare il mondo attraverso il respiro della vita intravista. Ma non è solo questo. Forse è la parte più importante, ma sicuramente la minore. La maggior parte del lavoro, quello vero, consiste nello sviluppare un progetto, nel costruire la narrazione, nell’organizzare trasferte e riprese, nel dirigere una troupe, nell’amministrare materiali e risorse, nel rendere interessante la nostra opera e proporla agli altri, agli acquirenti, al pubblico.

  • Struttura e stesura di un progetto
  • I collaboratori: Producer, Operatore, Montatore
  • Il piano di lavorazione
  • I sopralluoghi
  • Le riprese
  • Scaletta del girato e Time Code
  • Stesura del testo e Speakeraggio
  • Riversamento e montaggio
  • Rapporti con la committenza
  • Presentare un progetto

INFO PER ISCRIVERSI:

COSTI
CALENDARIO
MODULO ISCRIZIONI