Vai ai contenuti

Corso Salani, l’unico cineasta felice: Occidente di Corso Salani

Ritorna il ciclo di visioni dedicato a Corso Salani, a 10 anni dalla scomparsa del cineasta:
venerdì 24 gennaio h 20.30 via Botta 19 a Roma Gianluca Arcopinto presenta Occidente

L’idea del ciclo con cui, nel 2011, iniziammo a raccontare Corso Salani, per sempre, era appunto nell’intenzione di portare avanti una memoria al presente, e in continuo divenire, delle parole e delle immagini del cineasta scomparso dieci anni fa. Anche quando le proiezioni nella nostra sede romana (e non solo, in giro per l’Italia) si sono fatte più diradate, Salani ha continuato a ritornare nei nostri discorsi, nei nostri articoli, nei ragionamenti. E’ tempo allora che anche i film di Corso tornino ad abitare il nostro schermo di via Carlo Botta 19, uno al mese fino a quel giugno che, nel fatidico 2010, ci portò via l’attore, il cineasta, l’amico.
Iniziamo venerdì 24 gennaio con OCCIDENTE, il film del 2000 con cui il regista salutava il nuovo millennio ribadendo la propria poetica resistente alle classificazioni e ponendosi, ancora una volta, in equilibrio tra documentario e finzione, pedinamento e interiorità.
Come nella tradizione delle nostre visioni salaniane, il film sarà raccontato da uno dei compagni di viaggio della vicenda professionale e umana di Corso: iniziamo con il produttore Gianluca Arcopinto, che introdurrà il film che lo vede anche in veste di interprete.

Occidente, di Corso Salani
venerdì 24 gennaio h 20.30
con introduzione di Gianluca Arcopinto
Sentieri Selvaggi, via Carlo Botta 19 a Roma
INGRESSO GRATUITO