Stampa

Scuola Sentieri selvaggi: La nostra offerta di Formazione sul Cinema

SCUOLA SENTIERI SELVAGGI 

La formazione più completa per fare cinema

 

Le nostre proposte triennali, biennali e annuali

PROPOSTA TRIENNALE: UNICinema
PROPOSTA BIENNALE: Scuola di Cinema
PROPOSTA ANNUALE: Percorsi annuali

 

 Lo schema
PRIMO ANNO SECONDO ANNO  TERZO ANNO
UNICINEMA 1a annualità  UNICINEMA 2a annualità  UNICINEMA 3a annualità
  SCUOLA DI CINEMA 1a annualità SCUOLA DI CINEMA 2a annualità
  PERCORSI ANNUALI  
La "teoria necessaria": le 9 discipline  La "pratica del fare": i 7 laboratori e i workshop
 Lo "stage operativo": le 4 specializzazioni
 STORIE  CRITICA e GIORNALISMO  CRITICA e GIORNALISMO
 LINGUAGGI  DOCUMENTARIO  FILMMAKING
 PRODOTTI  FOTOGRAFIA e RIPRESA  RECITAZIONE
 MESTIERI  MONTAGGIO  SCENEGGIATURA
 TECNICHE  RECITAZIONE  
 CORPO  REGIA  
 SCRITTURE  SCENEGGIATURA  
 INTERNET    
 ENGLISH FOR CINEMA  13 workshop full-immersion
 

 

Sentieri selvaggi propone corsi e percorsi diversamente articolati, utili ad agevolare esperienze e conoscenze per tutto ciò che riguarda il "fare" cinema.
Negli ultimi anni si è potenziata l'attenzione a quelle che sono le finalità dei nostri corsi quali realtà capaci di creare seriamente opportunità lavorative per i nostri allievi, gratificati (noi e loro) dai successi ottenuti proprio in questo ambito.
In tale ottica si è proceduto a realizzare percorsi articolati capaci di rispondere correttamente alle aspettative di un mercato per niente facile. 
Ai "percorsi" proposti (che rendono le competenze acquisite più solide e sistemiche) si è aggiunto il percorso triennale di UNICinema, che garantisce competenze teoriche e pratiche sufficienti ad affrontare il mondo del lavoro grazie alle chiare e spendibili conoscenze lì esercitate e garantite da corsi sempre estremamente funzionali e calibrati.
Da quest'anno la Scuola di Cinema diventa biennale, indirizzata soprattutto (ma non unicamente) a chi possiede sufficienti esperienze e conoscenze teoriche, spendibili in ambito cinematografico.

Il corso biennale "aggiunge" alla tradizionale Scuola di Cinema, un approfondimento, anche questo annuale, che permette agli allievi un'esperienza di “stage operativo” non conosciuta all'interno delle altre scuole: uno stage "perfetto", capace di far vivere il percorso professionale nella sua complessa totalità:  

  • Fimmaking: si partecipa alla realizzazione di un film, dall'ideazione alla postproduzione;
  • Critica e Giornalismo: si vive l’esperienza quotidiana di redazione. Si partecipa a tutte le attività che caratterizzano la vita di una rivista di critica e d'informazione cinematografica. Ovviamente ci sono momenti "didattici" dove le esperienze vengono concettualizzate, riepilogate, spiegate dettagliatamente;
  • Sceneggiatura: si viene accompagnati, passo dopo passo, alla realizzazione di uno script per lungometraggio. Si partecipa alle sedute di analisi dei testi e alla stesura di un serial per la tv o per il web;
  • Recitazione: si approfondiscono, con specialisti del settore, tutti gli elementi fondamentali (dal laboratorio al casting passando per gli agenti) per la recitazione specializzata al set, con il chiaro intento di fornire le indicazioni più preziose e spendibili per accedere al mondo del cinema, della televisione, del web.
Resta, infine, la possibilità di accedere ai nostri consolidati e ormai “storici” Corsi e Percorsi annuali, esperienze laboratoriali e realizzative che da 15 anni caratterizzano la nostra offerta formativa sul cinema.
Va altresì detto che nulla impedisce di accedere a singole annualità senza aver fatto tutto il percorso. Ovvero c’è anche la possibilità di partecipare al superstage del terzo anno senza aver partecipato a percorsi interni. In tale ottica chiunque volesse accedere – da privatista (ex allievo o altro) - al terzo anno è tenuto a sostenere un esame, qualunque sia la specializzazione richiesta.

A proposito degli esami va, infine, sottolineato che si tratterà di prove operative capaci di inserirsi perfettamente nella realtà fattiva del mondo del cinema: più che esami accademici, quelli per accedere al secondo anno della Biennale sono dei veri e propri pitching utili a dimostrare le chiare competenze ed esperienze del settore nel quale si chiede di poter operare: in tal senso quello che conta è il progetto, la capacità di saperlo raccontare, l'abilità nel gestire lo spazio e il tempo messo a disposizione.



 
Joomla SEF URLs by Artio